TESSERA DI RICONOSCIMENTO

La tessera di riconoscimento permette di usufruire di riduzioni sul prezzo d'ingresso nei musei statali italiani ed esteri,  oltre ad essere  un valido documento  di riconoscimento valido per l'espatrio.

La domanda redatta sull'apposito modulo deve essere inoltrata al C.S.A.  per via gerarchica per il personale in servizio o consegnata personalmente all'ufficio economato presso  il C.S.A. - via del Paradiso, 4  - nelle ore di ricevimento al pubblico per il personale a riposo.

La validità della tessera è di 10 anni dalla data del rilascio. Alla scadenza del quinto anno occorre  la convalida presso lo stesso ufficio del rilascio.

Si precisa che la tessera può essere richiesta solamente dal personale di ruolo.

Le scuole che ricevono le domande provvederanno all'espletamento delle procedure di inoltro e trasmissione.

Mod. 260             ( pers.  doc. e ata )

Mod. BT              ( per  familiari)

AVVERTENZE

        1)       Allegare alla domanda due esemplari della stessa fotografia di data recente formato tessera, su fondo bianco e a capo scoperto.

2)       La fotografia non è richiesta per i figli minori di anni dieci, salvo che la tessera non debba servire per l’espatrio.

3)       La condizione di permanente inabilità al lavoro deve risultare da un certificato rilasciato da un sanitario fiscale dell’Amministrazione in base alle norme vigenti per le pensioni e la concessione delle quote di aggiunta di famiglia

4)       Analogamente a quanto stabilito per l’espatrio dei titolari di passaporto ordinario, il soggiorno per turismo nei Paesi consentiti (Austria, Belgio,Francia, Grecia, Lussemburgo, Malta, Olanda, Principato di Monaco, Repubblica Federale Tedesca, Svizzera, e Turchia) non potrà superare il periodo di tre mesi, il soggiorno superiore a 3 mesi, anche per motivi di servizio, deve essere autorizzato dai locali organi di polizia.

5)       In caso di smarrimento del documento si è soggetti all’obbligo di notificare alla propria Amministrazione, mediante circostanziata denuncia in carta semplice, l’avvenuto smarrimento.

6)       “Le dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l’uso di atti falsi previsti dalla presente legge sono puniti ai sensi del Codice penale e delle leggi speciali”. –La firma deve essere autenticata a cura dell’ufficio di appartenenza o comunque a cura dell’ufficio che riceve la domanda – Legge 4 gennaio 1968 n . 15.

 

NON POSSONO OTTENERE IL RILASCIO DELLA TESSERA CON VALIDITA' AI FINI DELL'ESPATRIO

a)       omissis…….;

b)       i genitori che, avendo prole minore, non ottengano l’autorizzazione del giudice tutelare; L’autorizzazione non è necessaria quando il richiedente abbia l’assenso dell’altro genitore legittimo da cui non sia legalmente separato e che dimori nel territorio della Repubblica;

c)       coloro contro i quali esiste mandato o ordine di cattura o di arresto, ovvero nei cui confronti penda procedimento penale per un reato per il quale la legge consenta l’emissione del mandato di cattura, salvo il nulla osta dell’autorità giudiziaria competente ed eccettuati i casi in cui vi sia impugnazione del solo imputato avverso sentenza di proscioglimento o di condanna ad una pena interamente espiata o condonata;

d)       omissis…….;

e)       coloro che siano sottoposti ad una misura di sicurezza detentiva ovvero ad una misura di prevenzione prevista dagli art.3 e seguenti della legge 27 dicembre 1956, n. 1423;

f)        coloro che, trovandosi in Italia, siano obbligati al servizio militare di leva o risultino vincolati da speciali obblighi militari previsti dalle vigenti disposizioni legislative, quindi il Ministro per la difesa o l’autorità da lui delegata non assenta  al rilascio del passaporto;

g)       coloro che, essendo residenti all’estero  e richiedendo il passaporto dopo il 1° gennaio dell’anno in cui compiono il 20° anno di età, non abbiano regolarizzato la loro posizione in rapporto all’obbligo del servizio militare.